fbpx
lego-blocks.png
Dottoressa Veneziano.it

Autismo - DSA, cosa sono?

AUTISMO E DISTURBO SPECIFICO DELL’APPRENDIMENTO

Sono entrambi disturbi, così come entrambi appartengono al gruppo dei Disturbi del Neurosviluppo, come sancito dal DSM V. 

Tuttavia è necessario specificare che trattasi di condizioni completamente diverse, sia per quadro sindromico che per il periodo di esordio.

L’autismo o DSA (Autism Spectrum Disorders), si manifesta sin dai primi anni di vita attraverso i seguenti sintomi:

  • Deficit di comunicazione
  • Difficoltà di relazione
  • Presenza di comportamenti stereotipati e ripetitivi.

Risulta fondamentale la somministrazione di uno screening intorno ai 18 mesi di vita del bambino, al fine di verificare se sussistono delle alterazioni nello sviluppo delle competenze di relazione e di comunicazione. L’individuazione precoce dei segnali di rischio, infatti,  permette di  attivare tempestivamente un intervento efficace che ottimizza la prognosi del disturbo e porta un miglioramento sostanziale della  qualità della vita della persona.

L’esordio, invece, del Disturbo specifico dell’Apprendimento, coincide con l’inizio della scuola primaria e i bambini manifestano difficoltà nell’apprendimento della capacità di lettura (che può sfociare in dislessia), di scrittura (definita disgrafia o disortografia) e del calcolo (che prende il nome di discalculia).

 

Per porre la diagnosi di disturbo dell’apprendimento generalmente si attende la conclusione della classe seconda primaria o inizio terza, poiché sovente le difficoltà scolastiche presentate possono derivare da deficit di alcune aree di sviluppo o dalla mancanza di prerequisiti che non permettono al bambino un naturale e fluido processo di apprendimento delle abilità accademiche.